A Villa Monastero la mostra dedicata al pittore romantico Vincenzo Bianchi

Anche quest’anno Villa Monastero partecipa alle iniziative dell’autunno manzoniano proponendo dall’11 novembre al 27 gennaio un’interessante rassegna dedicata al pittore Vincenzo Bianchi (1822-1870), che ha saputo illustrare il territorio lecchese con grande sensibilità.

Attraverso le sue opere, per lo più inedite, presentate nella suggestiva cornice della storica dimora lariana di proprietà della Provincia di Lecco, l’artista rivela inaspettate doti di paesaggista, inserendosi a pieno titolo nel più ampio clima romantico lombardo contemporaneo.

Vedute del lago realizzate alla metà dell’Ottocento si alternano a immagini di vivaci borghi lariani, particolarmente attraenti per il taglio compositivo e la raffinata scelta coloristica, come sottolinea il curatore della mostra Sergio Rebora. Alcune sono accostabili ai capolavori del veronese Giuseppe Canella, caposcuola della pittura romantica di paesaggio, come mette in rilievo lo studioso che ha ripercorso la vicenda artistica del pittore, individuando i dati biografici finora sconosciuti.

Ai dipinti di Bianchi si aggiunge l’inedita versione del Ritratto dello scrittore Alessandro Manzoni realizzato da Giuseppe Molteni, esposto pubblicamente per la prima volta, dopo l’accurato restauro di Paola Moretti. Si tratta di una versione dell’importante ritratto realizzato nel 1835 da Giuseppe Molteni e Massimo D’Azeglio conservato presso la Biblioteca nazionale Braidense di Milano, che costituisce, insieme all’immagine dello scrittore eseguita più tardi da Francesco Hayez e collocata nella Pinacoteca di Brera, l’unica versione ufficiale concessa dall’autore che, come noto, non amava farsi ritrarre per dipinti di pubblica esposizione.

Nella Casa Museo Villa Monastero si possono apprezzare, per questa speciale occasione, alcuni interessanti dipinti, stampe e sculture, prestati da collezionisti privati che li hanno concessi per arricchire temporaneamente il patrimonio e le raccolte della Villa.

Tra questi gli Episodi dei Promessi Sposi di Matteo Meneghini, due importanti dipinti raffiguranti la Lucia di Giuseppe Giani e l’inedito Incontro di Lucia con l’Innominato, di ambito lombardo, le due sculture che raffigurano Lucia Mondella, opera di Francesco Confalonieri, e Renzo Tramaglino della Fonderia Benedetti di Lecco.

Queste opere costituiscono un utile approfondimento delle vicende storiche di Villa Monastero nella seconda metà del secolo XIX, come sottolinea nel catalogo il conservatore Anna Ranzi, che esamina in particolare il periodo in cui la dimora appartenne alla nobildonna milanese Carolina Maumari Seufferheld, legata da vincoli di parentela coi Manzoni.

“Siamo particolarmente grati - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi - e porgiamo un vivo ringraziamento ai collezionisti privati che mettono generosamente a disposizione le loro opere per farle conoscere ai visitatori, come avviene ormai abitualmente da anni per le iniziative programmate a Villa Monastero. Il costante arricchimento delle proposte culturali che si tengono nella Casa Museo, adatte a vari tipi di pubblico, permette di mantenere viva l’attenzione dei turisti, che giungono anche nella stagione autunnale e invernale, e di continuare nel percorso di valorizzazione di questa storica dimora lariana”.

La mostra è visitabile nei giorni e negli orari di apertura della Casa Museo:

·         novembre: 11-18-25 dalle 10.30 alle 16.30

·         dicembre: 2-8-9-16-23-26-27-28-29-30-31 dalle 10.30 alle 16.30

·         gennaio 1-2-3-4-5-6-13-20-27 dalle 10.30 alle 16.30

L’accesso alla mostra è incluso nel biglietto d’ingresso a Villa Monastero di 8 euro (5 euro solo il Giardino); l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

Per informazioni: www.facebook.com/villamonasterolc e www.instagram.com/villamonastero 

Ponte di Ognissanti e aperture invernali

Al termine di una stagione che ha visto un grande successo di visitatori e ha registrato un incremento significativo degli ingressi rispetto all’anno scorso, la Provincia di Lecco ha programmato una serie di aperture invernali a Villa Monastero di Varenna che comprendono anche il ponte di Ognissanti, il ponte dell’Immacolata e le festività natalizie.

 

A novembre e dicembre 2018 e gennaio 2019 la Casa Museo e il Giardino Botanico di Villa Monastero saranno aperti nelle seguenti giornate:

·         1 novembre dalle 10.00 alle 18.00

·         2-3-4-11-18-25 novembre dalle 10.30 alle 16.30

·         2-8-9-16-23-26-27-28-29-30-31 dicembre dalle 10.30 alle 16.30

·         1-2-3-4-5-6-13-20-27 gennaio dalle 10.30 alle 16.30

Record di visitatori per Ville Aperte in Brianza 2018

Record di partecipazione alla sedicesima edizione di Ville Aperte in Brianza, promossa dalla Provincia di Monza e Brianza con il coinvolgimento e la collaborazione delle Province di Lecco, Como e per la prima volta Varese, di numerosi Comuni, associazioni e soggetti privati.

 

Nei tre fine settimana dal 15 al 30 settembre sono stati aperti al pubblico oltre 150 siti in 70 comuni nei territori di Monza e Brianza, Lecco, Como, Nord Milano e Varese, sono stati coinvolti 90 partner e più di 500 volontari, con il numero record di 40.000 visitatori, 5.000 in più rispetto all’edizione 2017.

 

La Provincia di Lecco ha coinvolto 29 soggetti pubblici e privati, che hanno aperto le porte della cultura con 43 beni che hanno registrato la presenza di 11.516 visitatori, in aumento del 48% rispetto al 2017.

 

La meta più gettonata è stata ancora una volta Villa Monastero a Varenna con 2.681 visitatori; grande successo anche per il Complesso di San Pietro al Monte di Civate, dove sono arrivati 1.740visitatori. Positivo riscontro anche per il Comune di Oggiono che con il suo itinerario ha registrato 887presenze, per il Comune di Bosisio Parini con 650 visitatori per Villa Bordone e il percorso sulla memoria dell’abate e poeta Giuseppe Parini, per Villa Greppi a Monticello Brianza con 590 visitatori.

 

“La collaborazione tra la Provincia di Lecco e quella di Monza e Brianza - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi - dimostra il forte impegno e il lavoro comune tra le istituzioni per dar vita a iniziative di indubbio valore culturale. E’ necessario continuare a credere nel progetto Ville Aperte in Brianza, accrescendo la rete di soggetti per preservare e valorizzare il patrimonio storico-artistico e paesaggistico della nostra comunità, facendo conoscere beni non sempre fruibili. Ringrazio, insieme alla comunità, le amministrazioni, gli enti e i privati che si sono messi in gioco offrendo la possibilità di visitare ciò che sino a oggi si è conservato, lasciando un segno tangibile delle bellezze del nostro territorio. Soddisfazione piena per il risultato raggiunto nel territorio della Provincia di Lecco che ha visto quasi raddoppiare le presenze rispetto allo scorso anno. Grande merito alla Provincia di Monza e Brianza che anche quest’anno ci ha permesso di essere partner di un’iniziativa di pregio per la valorizzazione del patrimonio culturale locale, in una sinergia sempre più decisiva per la riscoperta del nostro territorio”.

 

Ville Aperte 2018 a Villa Monastero: Domenica 16, domenica 23 e domenica 30 settembre

Domenica 16, domenica 23 e domenica 30 settembre, Villa Monastero aderirà alla manifestazione Ville Aperte in Brianza 2018.
Per l'occasione il biglietto d'ingresso sarà al prezzo ridotto di 4 euro.
Inoltre, per tutte e tre le date, sono state organizzate due visite guidate alla Casa Museo alle 15 e alle 16.
Le visite guidate sono a numero chiuso, per iscrivervi andate sul sito di Ville Aperte www.villeaperte.info.

 

Filmato del premio Nobel Enrico Fermi a Villa Monastero nell'estate del 1954

Fino al 30 ottobre a Villa Monastero di Varenna è visitabile la mostra Enrico Fermi: immagini e documenti, organizzata dalla Provincia di Lecco in occasione delle Giornate europee del patrimonio e dell’80° anniversario della consegna del Premio Nobel per la Fisica a Enrico Fermi (1938).

 

Attraverso le fotografie provenienti dagli album di Laura Fermi ed Enrico Persico, alcune poco note, la mostra illustra la biografia di Enrico Fermi suddivisa nei vari periodi importanti per la sua formazione: l’infanzia e l’adolescenza a Roma, gli studi universitari a Pisa, la passione per la montagna, lo sport e la vita di scienziato.

 

Immagini suggestive della vita privata si alternano ad altre note e ufficiali, cui si affiancano documenti tratti dagli archivi dell’Università della Scuola Normale di Pisa, dal Fondo Fermi della Domus Galileiana e dalla Biblioteca Universitaria di Pisa.

 

Viene inoltre ricordata la presenza di Fermi a Villa Monastero, che gli ha dedicato la sala conferenze del centro convegni, in cui nel 1954 presentò le sue lezioni sul tema “Questioni relative alla rilevazione delle particelle elementari e alle loro interazioni con particolare riguardo alle particelle artificialmente prodotte e accelerate”, durante il secondo corso della Società Italiana di Fisica (SIF), che dal 1953 tiene i corsi estivi proprio a Villa Monastero.

 

Il filmato costituisce una bellissima testimonianza dello scienziato a Villa Monastero nell'estate del 1954, quando si recò a Varenna insieme ad altri noti professori, per tenere i corsi della Scuola Italiana di Fisica. 

 

 

Domenica 23 settembre Concerto del Coro Alpino Lecchese

In occasione delle giornate di Ville Aperte in Brianza, domenica 23 settembre alle 16.00 nella sala Fermi di Villa Monastero a Varenna si terrà il concerto del Coro Alpino lecchese.

 

Oltre 30 componenti del Coro Alpino lecchese si esibiranno, guidati dal giovanissimo Maestro Francesco Bussani, in canti popolari, canti di guerra, canti di montagna e brani di musica contemporanea d’autore.

 

Il Coro Alpino lecchese, fondato nel 1951, tiene regolarmente concerti in tutta Italia, nel territorio della nostra provincia e all’estero.

 

La partecipazione al concerto è inclusa nel biglietto d’ingresso a Villa Monastero che, in occasione di Ville Aperte in Brianza, è alla tariffa ridotta di 4 euro.

 

Domenica 30 settembre alle 17.00, sempre nell’ambito di Ville Aperte in Brianza, si terrà il concerto a cura del violinista Igor Riva “Omaggio a Paganini e Piazzolla”.

 

A settembre la Casa Museo è aperta da martedì a domenica dalle 9.30 alle 18.00 mentre il Giardino Botanico è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00.

 

Villa Monastero sarà chiusa giovedì 20 e venerdì 21 settembre in occasione del 64° Convegno di Studi Amministrativi; sabato 22 settembre la Casa Museo rimarrà chiusa, il Giardino Botanico riaprirà alle 15.00. Da domenica 23 settembre le aperture di Villa Monastero riprenderanno secondo gli orari consueti.

 

Il biglietto d’ingresso è di 8 euro (5 euro solo il Giardino), l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

 

E’ possibile visitare con un biglietto unico Villa Monastero e i giardini della vicina Villa Cipressi con le seguenti opzioni per l’acquisto del biglietto:

  • visita ai giardini di Villa Monastero e di Villa Cipressi: intero 9 euro, ridotto 5 euro
  • visita ai giardini e alla Casa Museo di Villa Monastero e ai giardini di Villa Cipressi: intero 12 euro, ridotto 7 euro

 

Per informazioni: www.villamonastero.eu, www.facebook.com/villamonasterolc. www.instagram.com/villamonastero.

Omaggio a Paganini e Piazzolla: domenica 30 settembre concerto a Villa Monastero

Domenica 30 settembre alle 17.00, nella sala Fermi di Villa Monastero a Varenna, si terrà il concerto per archi Omaggio a Paganini e Piazzolla a cura del violinista Igor Riva.

 

Igor Riva, vincitore di numerose rassegne e concorsi nazionali e internazionali, tra cui Vittorio Veneto, e di borse di studio come quelle del Rotary Club e della SIAE per i migliori studenti di conservatorio, si dimostra fin da giovanissimo violinista completo e versatile. Conquistato dalla musica e dal suono del violino fin dai tre anni, compie gli studi musicali al Conservatorio di Milano, diplomandosi brillantemente all’età di 19 anni, e si perfeziona all’Accademia Chigiana di Siena e all’Accademia superiore Perosi di Biella.

 

La partecipazione al concerto è inclusa nel biglietto d’ingresso a Villa Monastero che domenica 30 settembre, in occasione dell’ultima giornata di Ville Aperte in Brianza, è alla tariffa ridotta di 4 euro.

 

A settembre la Casa Museo è aperta da martedì a domenica dalle 9.30 alle 18.00, il Giardino Botanico tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00; a ottobre la Casa Museo sarà aperta venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 18.00, il Giardino Botanico tutti i giorni sempre dalle 10.00 alle 18.00.

 

Il biglietto d’ingresso è di 8 euro (5 euro solo il Giardino), l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

 

E’ possibile visitare con un biglietto unico Villa Monastero e i giardini della vicina Villa Cipressi con le seguenti opzioni per l’acquisto del biglietto:

·         visita ai giardini di Villa Monastero e di Villa Cipressi: intero 9 euro, ridotto 5 euro

·         visita ai giardini e alla Casa Museo di Villa Monastero e ai giardini di Villa Cipressi: intero 12 euro, ridotto 7 euro

Ville Aperte in Brianza: 43 i beni visitabili in provincia di Lecco nei tre fine settimana dal 15 al 30 settembre

Ville Aperte in Brianza torna anche quest’anno con una ricca proposta di visite guidate al patrimonio culturale del territorio della Brianza monzese, lecchese, comasca e della provincia di Varese. La rassegna, giunta alla 16^ edizione, è promossa e coordinata dalla Provincia di Monza e Brianza, in collaborazione con le Province di Lecco, Como e di Varese.

 

La Provincia di Lecco, che partecipa a Ville Aperte in Brianza dal 2012, ha confermato la collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza, invitando ad aderire i proprietari di beni culturali del territorio lecchese, supportandoli nelle diverse fasi di realizzazione dell'iniziativa.

 

L'obiettivo è far conoscere e valorizzare le ricchezze del territorio, inserendole in un'ampia e pregevole rete di beni visitabili, di itinerari e di eventi. Con questa iniziativa la Brianza, famosa per le ville di delizia, ritrova la sua originaria unitarietà culturale oltre i confini amministrativi.

 

I circa 50.000 visitatori registrati nelle ultime edizioni costituiscono un indubbio successo che dà credibilità al modello di Ville Aperte in Brianza.

 

Nei tre fine settimana 15/16 settembre, 22/23 settembre, 29/30 settembre oltre 150 beni pubblici e privati delle Province di Monza e Brianza, Lecco, Como e Varese saranno fruibili dal pubblico.

 

La Provincia di Lecco ha coinvolto 29 soggetti pubblici e privati che apriranno le porte della cultura con 43 beni fruibili da visitatori desiderosi di conoscere alcuni dei più significativi siti storico-artistici del territorio lecchese. Il ricco patrimonio della Brianza lecchese con ville, parchi, giardini, chiese e dimore storiche, in numerosi casi chiusi al pubblico, aprirà i battenti deliziando i visitatori.

 

L’iniziativa prevede le tradizionali visite guidate ed eventi culturali che spaziano tra arte, teatro, musica e molto altro ancora, strettamente connessi alla valorizzazione del patrimonio culturale lecchese. Dopo il successo delle passate edizioni, Villa Monastero di Varenna, gioiello inestimabile del territorio provinciale, è stata inserita tra i beni visitabili, anche se non appartiene all’area della Brianza.

 

Nel 2017 nel territorio lecchese le visite sono state 6.000; si segnala la straordinaria affluenza a Varenna con circa 2.000 visitatori per Villa Monastero. Grande successo anche per il Complesso di San Pietro al monte a Civate con 1.200 presenze.

 

 

La collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi - dimostra il forte impegno condiviso dalle istituzioni coinvolte per dar vita a iniziative di rilevante interesse culturale, fondamentale per conoscere e apprezzare beni e luoghi a noi più vicini, lasciandoci guidare in un percorso di armonia ed equilibrio. Per questo è necessario continuare a credere nel progetto Ville Aperte in Brianza per preservare e valorizzare il patrimonio storico-artistico e paesaggistico delle nostre comunità locali. Un sentito ringraziamento agli enti pubblici e ai privati che si sono messi in gioco per la realizzazione di questa importante progettualità e, in particolare, alla Provincia di Monza e Brianza che ancora una volta, grazie a un lavoro di squadra e di rete, ci ha permesso di condividere una iniziativa di forte impatto culturale e di valorizzazione del patrimonio culturale locale”.

 

Di seguito l’elenco dei siti aperti nel territorio lecchese (in grassetto le novità del 2018):

 

ABBADIA LARIANA

Civico Museo Setificio Monti

ANNONE DI BRIANZA

Chiesa Parrocchiale

Villa Giani

Sant’Ubaldo alla Fornace

BARZAGO

Santuario di Santa Maria Nascente di Bevera

BOSISIO PARINI

Percorso Pariniano con Villa Arnaboldi - Villa Bordone - La Rocchetta di Bosisio

CALCO

Chiesa di Arlate (Sito Cluniacense)

CASATENOVO

Chiesina di Santa Giustina

Chiesina di Santa Margherita

Villa Mapelli Mozzi

Villa Greppi di Bussero

CASSAGO BRIANZA

Cittadella Agostiniana

Sepolcreto Visconti di Modrone

CIVATE

Complesso Romanico di San Pietro al Monte

Complesso di San Calocero

Casa del Pellegrino

CREMELLA

Villa del Bono

GALBIATE

Villa Bertarelli (Parco Monte Barro)

GARBAGNATE MONASTERO

Oratorio dei Santi Nazario e Celso

GARLATE

Museo Civico della Seta Abegg

LA VALLETTA BRIANZA

Oasi di Galbusera Bianca

MERATE

Villa Confalonieri

Gipsoteca (Fondazione Giuseppe Mozzanica)

MONTEVECCHIA

Santuario Beata Vergine del Monte Carmelo

Villa Agnesi Albertoni

Villa Vittadini

MONTICELLO BRIANZA

Villa Greppi (Consorzio Brianteo Villa Greppi)

OGGIONO

Villa Sironi

Chiesa di Santa Agata

Battistero

Cava Bellani

Chiesa di Santa Marzia al Molinatto

OLGIATE MOLGORA

Villa Sommi Picenardi (Pro Loco)

ROBBIATE

Palazzo Bassi Brugnatelli

SANTA MARIA HOE’

Villa Semenza

SIRTORI

Villa Besana

VALMADRERA

Centro Culturale Fatebenefratelli e Orto Botanico

VARENNA

Villa Monastero (Provincia di Lecco)

VERDERIO – PRO LOCO

Chiesa dei Santi Giuseppe e Floriano

Giornate Europee del Patrimonio a Villa Monastero: mostra Enrico Fermi, immagini e documenti

Dal 23 settembre al 30 ottobre a Villa Monastero di Varenna si terrà la mostra Enrico Fermi: immagini e documenti, organizzata dalla Provincia di Lecco in occasione delle Giornate europee del patrimonio e dell’80° anniversario della consegna del Premio Nobel per la Fisica a Enrico Fermi (1938).

 

Attraverso le fotografie provenienti dagli album di Laura Fermi ed Enrico Persico, alcune poco note, la mostra illustra la biografia di Enrico Fermi suddivisa nei vari periodi importanti per la sua formazione: l’infanzia e l’adolescenza a Roma, gli studi universitari a Pisa, la passione per la montagna, lo sport e la vita di scienziato.

 

Immagini suggestive della vita privata si alternano ad altre note e ufficiali, cui si affiancano documenti tratti dagli archivi dell’Università della Scuola Normale di Pisa, dal Fondo Fermi della Domus Galileiana e dalla Biblioteca Universitaria di Pisa.

 

Viene inoltre ricordata la presenza di Fermi a Villa Monastero, che gli ha dedicato la sala conferenze del centro convegni, in cui nel 1954 presentò le sue lezioni sul tema “Questioni relative alla rilevazione delle particelle elementari e alle loro interazioni con particolare riguardo alle particelle artificialmente prodotte e accelerate”, durante il secondo corso della Società Italiana di Fisica (SIF), che dal 1953 tiene i corsi estivi proprio a Villa Monastero.

 

Giovanni Polvani, presidente della SIF, ricorda come “con trepido rispetto e grande amore abbiamo curato la pubblicazione di queste lezioni di Fermi, conservandole, quanto più possibile, fedeli alla sua parola pronunciata. Esse pertanto sono veramente l’estremo dono che con la sua voce egli ha dato ai fisici di tutto il mondo. Leggendole, chi lo ha conosciuto, chi lo ha ascoltato, lo rivede là, sulla cattedra, nell’aula di Villa Monastero, sotto la luce tagliente che scende dall’alto delle tre lavagne, parlare deciso con quel caratteristico suo caldo entusiasmo che il partecipare agli altri il suo sapere gli conferiva”.

 

Di questo periodo si conservano alcune bellissime foto che testimoniano la presenza del Premio Nobel a Villa Monastero, oggi divenuta Casa Museo.

 

“Questa iniziativa, di rilevante interesse culturale - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi - valorizza ancora una volta il compendio di Villa Monastero, che si riconferma importante centro di cultura. E’ importante ricordare l’eminente figura di Enrico Fermi, Premio Nobel per la Fisica nel 1938, che con la sua presenza ha dato impulso ai corsi di fisica che ancora oggi si tengono a Villa Monastero in collaborazione con la Società Italiana di Fisica. Sono certo che anche questa mostra convoglierà nell’affascinante cornice della Villa molti visitatori, anche stranieri, ancora numerosi in questo periodo”.

 

La mostra è visitabile nei giorni e negli orari di apertura della Casa Museo.

 

L’accesso alla mostra è incluso nel biglietto d’ingresso a Villa Monastero di 8 euro (5 euro solo il Giardino); l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

Agosto da record: superati i 66.000 visitatori da inizio anno

Prosegue anche ad agosto il trend positivo di visitatori a Villa Monastero di Varenna, la storica dimora di proprietà della Provincia di Lecco che continua a raccogliere grandi consensi e a richiamare migliaia di visitatori, desiderosi di passeggiare nel Giardino Botanico e ammirare le sale della Casa Museo.

 

Nel mese di agosto 2018 i visitatori sono stati 16.479, in crescita rispetto ai 15.163 dell’agosto 2017.

 

Grande successo per il pranzo a buffet di Ferragosto, che ha raccolto l’adesione di 41 persone, e per le quattro aperture serali straordinarie del Giardino Botanico dal 15 al 18 agosto, che hanno richiamato 550 visitatori.

 

Numeri che portano il totale dei visitatori da gennaio ad agosto 2018 a quota 66.395, rispetto ai 60.083 del medesimo periodo del 2016.

 

“Anche ad agosto i numeri dei visitatori a Villa Monastero sono molto soddisfacenti e confermano l’andamento positivo dei primi mesi dell’anno - commenta il Consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Luigi Comi - La Provincia di Lecco è costantemente impegnata nella valorizzazione della Villa, gioiello di inestimabile valore dal punto di vista culturale e turistico per il nostro territorio, nel restauro della Casa Museo e nell’implementazione del Giardino Botanico, oltre a programmare numerose iniziative per attirare un pubblico sempre più numeroso”.

 

A settembre la Casa Museo sarà aperta da martedì a domenica dalle 9.30 alle 18.00, il Giardino Botanico tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.00.

 

Villa Monastero sarà chiusa giovedì 20 e venerdì 21 settembre in occasione del 64° Convegno di Studi Amministrativi; sabato 22 settembre la Casa Museo rimarrà chiusa, il Giardino Botanico riaprirà alle 15.00. Da domenica 23 settembre le aperture di Villa Monastero riprenderanno secondo gli orari consueti.

 

Il biglietto d’ingresso è di 8 euro (5 euro solo il Giardino), l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.

 

E’ possibile visitare con un biglietto unico Villa Monastero e i giardini della vicina Villa Cipressi con le seguenti opzioni per l’acquisto del biglietto:

·         visita ai giardini di Villa Monastero e di Villa Cipressi: intero 9 euro, ridotto 5 euro

·         visita ai giardini e alla Casa Museo di Villa Monastero e ai giardini di Villa Cipressi: intero 12 euro, ridotto 7 euro

 


Copyright (c) Provincia di Lecco 2017.
Area riservata      Note legali


4.png8.png1.png6.png5.png3.png

Questo sito web usa i cookies per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni. Usando questo sito web, acconsenti al salvataggio di questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Informativa estesa

Direttiva e-privacy

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione puo' essere annullata.

Hai accettato che i cookies vengano copiati sul tuo computer. Questa decisione puo essere annullata.