Vai al contenuto

Terzo e ultimo appuntamento con le Passeggiate d’autore: sabato 30 settembre alle 14.30 l’associazione Sentiero dei Sogni organizza la passeggiata creativa Varenna anno mille, nell’ambito del progetto Sulle orme dei Plinii, promosso dalla Provincia di Lecco e da Villa Monastero, con il patrocinio del Comitato nazionale per le celebrazioni del Bimillenario di Plinio il Vecchio e del Comune di Varenna.

Il percorso da Villa Monastero porterà al Castello di Vezio, seguendo le tracce della regina Teodolinda e di importanti autori che narrarono il coinvolgimento di Varenna nella guerra decennale tra Como e Milano (1118-1127) e la sua rifondazione da parte degli esuli dell’Isola Comacina nel 1169.

L’iniziativa rientra tra le attività del progetto Valorizzazione dell’identità del giardino storico di Villa Monastero,finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU con il Pnrr M1C3 Investimento 2.3 Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici.

LA PASSEGGIATA

L’evento avrà inizio alle 14.30 di sabato 30 settembre a Villa Monastero, con ritrovo nella loggia dopo la biglietteria. Il percorso di circa 2,5 km (più ritorno ai mezzi di trasporto per il rientro) avrà termine verso le 17.45 al Castello di Vezio. Circa 750 metri saranno su mulattiera con dislivello di 158 metri; quindi, la passeggiata è adatta solo a chi non ha problemi ad affrontare salite e discese e sono raccomandate scarpe comode, preferibilmente da trekking.

Fra quelle rocce furono costretti a fondare la colonia di Varenna gli abitanti di Isola Comacina, disonorati dal tradimento perpetrato verso i Comaschi: essi portarono con sé anche le tradizioni religiose, se è vero che sono i soli, in quel tratto di lago, a non seguire il rito ambrosiano. E i coloni, in quella nuova sede, edificarono due rocche: l’una a destra, vicino al Lario, l’altra sulla sommità di un monte, sopra l’abitato, e capace di offrire un punto di osservazione su tutto il lago [….] Le rocce di Varenna, piegando verso sud, disegnano una morbida curvatura, e dischiudono alla vista un meraviglioso golfo, nel quale si trova un convento di monache…”(Paolo Giovio, “La descrizione del Lario”, 1537).

Il percorso partirà da questa citazione contenuta in quella che è considerata la prima guida turistico-culturale del Lario, scritta dal fondatore del primo museo della storia, Paolo Giovio, la cui famiglia era stata tra le tante costrette a lasciare l’Isola dopo la distruzione da parte dei comaschi nel 1169 e a trasferirsi a Varenna. In realtà si tratta quantomeno di una seconda fondazione per Varenna, luogo abitato fin dall’epoca protostorica, di cui Giovio segnala due riferimenti paesaggistici simboli del genius loci: il “convento di monache”, oggi Villa Monastero, e la “rocca sulla sommità del monte”, il Castello di Vezio in territorio di Perledo. Tra questi due monumenti, entrambi di origine medievale, si articolerà l’itinerario finalizzato a cogliere i segni rimasti di quelle decisive vicende di quasi mille anni fa. Lungo il tragitto si passerà anche dalla chiesa parrocchiale di San Giorgio, dove, secondo la tradizione, le due figure dipinte sulle colonne ai lati dell’altare sarebbero Papa Gregorio Magno e la Regina Teodolinda, cui sempre la vulgata popolare attribuisce anche l’edificazione del Castello di Vezio.

Il cammino verrà accompagnato con letture di autori dell’epoca, come Paolo Diacono (VIII secolo), autore della “Storia dei Longobardi” e di un poema “In lode del lago Lario”, e l’Anonimo Cumano (XII secolo), estensore del poema epico “La guerra dei milanesi contro Como (1118-1127)”, in cui Varenna, schierata con Milano, fu teatro di battaglie. Si leggeranno anche autori successivi rimasti affascinati da quei luoghi e da quelle storie, quali lord Alfred Tennyson (XIX secolo), ovvero colui che ha detenuto più a lungo il titolo di “poeta laureato” in Gran Bretagna.

Conduce il percorso Pietro Berra, giornalista e scrittore, le letture sono affidate all’attrice Lorena Mantovanelli.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Iscrizione obbligatoria attraverso il link varennamille.eventbrite.it.

La passeggiata creativa è gratuita, mentre si pagherà il biglietto di ingresso a Villa Monastero alla tariffa ridotta di 7 euro (5 euro per ragazzi 15-25 anni, gratuito fino a 14 anni compiuti o con abbonamento musei Lombardia), che include la visita al solo Giardino botanico. Chi fosse interessato a visitare autonomamente anche la Casa Museo prima dell’inizio della passeggiata può farlo versando 2 euro in più.

Per la visita al Castello di Vezio è previsto un biglietto ridotto di 3 euro a persona, che si verserà direttamente all’associazione Sentiero dei Sogni il giorno della passeggiata.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito web.
Accettando, accetti l'utilizzo di tali cookie.