Vai al contenuto

Dal 2 al 24 settembre la mostra organizzata da Provincia di Lecco, Comuni di Merate e Olgiate Molgora.

Il progetto “Carpi Gola Frisia. Memorie di un territorio” nasce per ricordare, attraverso una mostra congiunta, il legame di amicizia e di lavoro intessuto dai pittori Aldo CarpiDonato Frisia ed Emilio Gola durante la loro frequentazione della Brianza e della provincia di Lecco. L’esposizione sarà ospitata in Villa Monastero a Varenna (apertura tutti i giorni, dalle 09:30 alle 19:30, dal 2 al 24 settembre), nella Sala Consiliare del Comune di Olgiate Molgora e in Villa Confalonieri a Merate (apertura in entrambi gli spazi di sabato e domenica, dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00, dal 2 al 17 settembre). La serata di presentazione della mostra si terrà venerdì 1° settembre, alle ore 20:45, nell’Auditorium Comunale di Merate (Piazza degli Eroi, 3), con la presenza del curatore Lorenzo Paolo Messina.

Le tre mostre presenteranno tre diverse narrazioni curatoriali, legate alla storia del luogo in cui le opere verranno esposte. Olgiate Molgora ospiterà un dialogo tra Emilio Gola e Aldo Carpi, incentrato sul confronto a distanza tra due autentici capolavori: le “Signore in bianco nel giardino della villa ‹Il Buttero›” di Emilio Gola e “L’arresto degli arlecchini” di Aldo Carpi, realizzato il giorno prima del suo arresto a Mondonico (Olgiate Molgora) per mano dei fascisti. La mostra di Merate verrà soprattutto dedicata all’artista di casa, Donato Frisia, ma ospiterà anche un confronto tra i tre artisti sul soggetto di Venezia. A Villa Monastero sarà invece possibile osservare un più ampio confronto tra i tre artisti lombardi, in cui verrà messo in risalto il loro comune interesse per il tema del paesaggio.

La mostra sarà anche nobilitata dalla pubblicazione di un catalogo ad hoc, realizzato grazie al contributo di Acinque Energia, che andrà ad approfondire i temi curatoriali. L’esposizione permetterà anche di proporre al pubblico per la prima volta l’opera “L’Arresto degli Arlecchini” di Aldo Carpi dopo il suo restauro, realizzato grazie al contributo dell’azienda XYZ S.r.l. di Modena e su iniziativa del Comune di Olgiate Molgora.

L’esibizione è stata organizzata in occasione del centenario della morte di Emilio Gola (1923), il settantesimo anniversario della morte di Donato Frisia (1953), il cinquantenario della morte di Aldo Carpi (1973). La Provincia di Lecco, il Comune di Merate e il Comune di Olgiate Molgora hanno deciso di realizzarla durante le Giornate Europee del Patrimonio, per evidenziare la necessità di non dimenticare questi tre grandi artisti, visto il conclamato valore storico e artistico delle loro opere. In questo modo verrà fatta anche risaltare la centralità culturale della provincia lecchese nella storia artistica e culturale lombarda di fine ‘800 e di inizio ‘900.

Brochure

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito web.
Accettando, accetti l'utilizzo di tali cookie.